Fasi e documentazione di un progetto edilizio

Fasi progetto edilizio

 

Quando viene commissionato un progetto architettonico, che sia richiesto da un’istituzione pubblica o da un cliente privato, questo viene presentato e organizzato in una serie di documenti. Tali documenti sono fondamentali, perché stabiliscono le regole del rapporto tra il cliente e il professionista che si occupa del lavoro, in modo che sia sempre corretto, sereno e trasparente. Il procedimento coinvolge tutti i possibili aspetti che riguardano un progetto architettonico, dalla grafica al design, dalle strutture agli impianti, o, più specificamente, la stessa architettura.

Il Progetto Preliminare

Per progetto preliminare si intende la prima rappresentazione ideale di quello che si deve realizzare. Il suo obiettivo è quello di presentare e definire le caratteristiche qualitative e funzionali del lavoro e di metterne in evidenza gli aspetti più significativi. Pertanto, vengono creati diversi documenti, che variano a seconda del tipo di progetto, della categoria a cui appartiene e delle basi economiche che lo sostengono.

I documenti possono essere:

  • La relazione tecnico-illustrativa;
  • La valutazione dell’impatto ambientale;
  • Studi predisposti per avere una conoscenza adeguata del contesto in cui si deve effettuare il lavoro; si tratta, in particolare, di indagini di tipo topografico, archeologico, idraulico, sismico, geotecnico, geologico, idrogeologico, idrologico, ecc.;
  • Elaborati grafici che descrivano e illustrino il progetto. Gli elaborati devono essere redatti in quantità utile, con tecniche adeguate e scale di rappresentazione scelte in funzione dell’oggetto specifico a cui sono riferite;
  • L’analisi economica che stimi i costi relativi alla realizzazione effettiva dell’opera.

Il Progetto Definitivo

Il progetto definitivo è quello che viene sviluppato a partire dalle indicazioni del progetto preliminare, una volta che questo è approvato. Si basa sugli elaborati grafici e descrittivi e, soprattutto, sui calcoli economici ad essi relativi. Il progetto definitivo deve essere strutturato in modo completo e molto preciso, in quanto deve evitare che si generino incompatibilità di tecniche e di costi nella fase successiva, la progettazione esecutiva. Solitamente si compone di diversi documenti:

  • La relazione generale;
  • I rilievi planoaltimetrici;
  • Il monitoraggio ambientale;
  • Le relazioni specialistiche e tecniche;
  • Gli elaborati grafici (piante, prospettive, sezioni, assonometrie, sviluppate in una scala appropriata);
  • I calcoli e le misure delle strutture e degli impianti;
  • Il computo metrico estimativo e il quadro economico;
  • Il cronoprogramma dei lavori necessari per completare l’opera;
  • Il piano particellare che mostra la situazione catastale relativa;
  • Il contratto di appalto e il capitolato speciale di appalto delle opere relativi alle imprese che effettueranno i lavori.

Il Progetto Esecutivo

Con il progetto esecutivo vengono definiti tutti i particolari architettonici, impiantistici e strutturali degli interventi che verranno realizzati, compreso il piano operativo di cantiere ed il piano di approvvigionamento, oltre al calcolo ed al grafico di ogni opera provvisionale. Il progetto esecutivo si compone dei seguenti documenti:

  • La relazione generale;
  • La relazione specialistica;
  • Gli elaborati grafici di impianti, strutture e quelli relativi al ripristino ed ai miglioramenti ambientali;
  • Il calcolo esecutivo di strutture ed impianti;
  • Il piano di manutenzione delle opere e delle loro parti;
  • Il piano per il coordinamento e la sicurezza;
  • I computi metrici-estimativi.

Serramenti, come scegliere quelli più adatti per la nostra casa

Serramenti

Quando ci si trova a dover acquistare dei serramenti per la propria abitazione, bisogna sempre valutare con cura la scelta informandosi anche in rete sui portali dedicati ai serramenti come serramenti-milano. Perché ci sono diverse problematiche da affrontare, questi sono i principali fattori da prendere in considerazione nella scelta dei serramenti migliori:

Illuminazione, Importantissimi per la zona giorno;

Isolamento termico, può essere un’ottima idea scegliere un tipo di serramento che ci faccia risparmiare sulla bolletta, inoltre è utile informarsi sulle normative regionali riguardanti l’isolamento termico, perché si può richiedere una detrazione fiscale del ben 65%;

Isolamento acustico, da tenere in considerazione se si vive in una città molto trafficata, questi fattori si misurano in base al numero dei vetri ed il numero di guarnizioni;

Ventilazione, consentono di far circolare l’aria ma non l’umidità un esempio possono essere le ante a ribalta;

Resistenza, bisogna scegliere con cura i serramenti perché devono resistere alle intemperie ed agli sbalzi termici;

Sicurezza, se si abita in un piano terra e non solo, bisogna tenere conto di dotare i propri serramenti di dispositivi antiscasso;

Estetica, in ogni modo bisogna tenere sempre conto dei propri gusti, cioè, la scelta del design dei materiali e delle finiture del serramento.

Ora che abbiamo esposto qualche fattore da considerare nell’acquisto di un serramento, andiamo ad analizzare le varie tipologie di infissi e le caratteristiche dei materiali fornite da https://infissi-roma.net/, blog specializzato sul tema dei serramenti ed infissi per la casa .

Tipologie di serramenti

Il Legno, la maggior parte degli infissi montati nelle abitazioni sono in legno, perché esso è in grado di garantire un ottimo isolamento termico ed acustico, però per durare nel tempo ha bisogno che vengano fatte tipi di lavorazioni particolari, come verniciatura all’acqua in modo tale che dia più resistenza al serramento alle intemperie, inoltre negli anni ha sempre bisogno di manutenzione.

L’alluminio, indubbiamente è il materiale più duraturo nel tempo, ed allo stesso tempo molto leggero, pecca solo nel fatto che sia un ottimo conduttore termico, quindi per fare in modo che il serramento abbia un buon isolamento termico, e consigliabile scegliere una tipologia particolare ossia quella a “taglio termico”.

Il PVC, materiale anch’esso molto resistente alle abrasioni atmosferiche, ma molto più economica come soluzione, inoltre ha un buon grado di isolamento acustico e termico, e si presta bene nella pulizia, e cosa fondamentale non necessita di manutenzione.

Un’ultima cosa se stiamo parlando di infissi, il vetro è molto importante per avere un ottimo isolamento acustico e termico, la soluzione migliore in questo caso sono i vetri cosiddetti a “vetrocamera”, in pratica sono dei vetri contrapposti giunti da un telaio di alluminio di dimensioni variabili tra questi vetri si crea una camera stagna capace di isolare meglio rumori e sbalzi di temperatura rispetto ad un vetro tradizionale.

Arredamenti per la casa: quello che devi sapere per scegliere i migliori

Arredamenti Roma

Scegliere gli arredamenti per la propria casa richiede sempre tanta accortezza e molta premura. Prima di tutto è necessario osservare bene lo spazio utile a nostra disposizione, studiarlo accuratamente ed optare per un arredamento funzionale e comodo allo stesso tempo, scegliendo in maniera equilibrata per non correre il rischio di appesantire troppo i vari ambienti. Se siete a corto di idee, sul blog di arredamento casa arredamentiroma.net  potete trovare qualche spunto a cui ispirarvi.

Altro elemento da non sottovalutare è lo stile di arredamento, facendo attenzione a selezionare con cura i vari accostamenti e a non mescolare fra loro diversi stili per ricreare al meglio un’atmosfera armoniosa ed ospitale. Si consiglia perciò di disporre gli arredi con raffinatezza ed equilibrio per non appesantire troppo l’ambiente e renderlo aggraziato ed accogliente. Altro consiglio utilissimo è quello di considerare con precisione la posizione di prese elettriche, finestre, porte e collegamenti ad acqua e gas; scegliete attentamente dove collocarli per evitare di incorrere in spiacevoli errori di posizionamento degli arredi.

Per gli ambienti più piccoli meglio scegliere mobili allungabili ed apribili, armadi con ante scorrevoli e letti corredati di un vano contenitore in modo da risparmiare molto più spazio. Partiamo innanzitutto dall’ingresso. Questo ambiente, anche se soltanto di passaggio, è comunque il nostro biglietto da visita poichè accoglie coloro che entrano in casa per la prima volta. Proprio per questo, anche se piccolo, bisogna arredarlo con molta cura e con grande gusto. Esso deve essere molto funzionale, per cui sono d’obbligo prima di tutto un appendiabiti, un portaombrelli ed uno svuotatasche, utili per chi entra in casa.

Arredamento casa

Arredamento casa – https://arredamentitorino.org

Per la camera da pranzo valutate attentamente le dimensioni delle sedute e dei tavoli; bisogna considerare per ogni sedia un ingombro di 50 cm in modo da avere lo spazio sufficiente per potersi spostare agevolmente. Il salotto necessita soprattutto di un divano almeno a due posti; se lo spazio ve lo consente potete acquistarne anche uno più grande, meglio se con letto poichè può sempre tornarvi utile nel caso in cui abbiate degli ospiti che si fermano per la notte.

La cucina dovrà avere un piano di lavoro grande e spazioso per poter cucinare e lavorare in tutta tranquillità avendo tutto a portata di mano. Per quanto vi è possibile, cercate di sfruttare tutti gli spazi disponibili, anche quelli in altezza. Per quanto riguarda la camera da letto, essa deve avere un letto grande e comodo, possibilmente con vano contenitore, un ampio armadio per riporvi tutta la biancheria e, se possibile, dei comodini ed una cassettiera.

Infine il bagno, il quale deve essere molto luminoso e deve avere sotto al lavabo un mobile con dei cassetti per riporvi all’interno tutto ciò che è indispensabile. Ovviamente va detto che, se si vuole investire in un arredamento solido, di qualità e duraturo, è bene optare per gli arredi in legno massiccio, che durano molto di più nel tempo. Hanno sicuramente un costo maggiore ma sono anche molto più resistenti per cui sarà una scelta della quale certamente in futuro non ve ne pentirete.

Ristrutturazioni edili: come rinnovare casa

Ristrutturazioni

Ristrutturare una casa antica

Coloro che hanno la fortuna di abitare in una casa antica riescono ad assaporare appieno l’atmosfera di altri tempi, fatta di dettagli e di colori unici, quasi impossibili da riprodurre. Quando si intende procedere a ristrutturazione lo si fa principalmente per rendere l’abitazione più funzionale e, allo stesso tempo, per incrementarne il valore e la bellezza, in questo caso comodità ed estetica vanno di pari passo.

Gli interventi in muratura sono volti a rendere l’edificio maggiormente stabile e prevedono una verifica generale che parte dalle fondamenta fino a raggiungere la copertura. Le ristrutturazioni edilizie realizzate dagli esperti di ristrutturazionimilano.net sono attività che non vengono svolte da singole professionalità ma prevedono un lavoro in team da parte di ingegneri, muratori, imbianchini, idraulici e ogni altro esperto del settore, ciascuno contribuendo con il proprio bagaglio di conoscenze.

Idee per rinnovare la casa

Ristrutturazione casa

Lavori di ristrutturazione casa – https://ristrutturazionitorino.net/

Spesso, quando ci si appresta a ristrutturare una casa, se la stessa si trova in condizioni discrete, gli interventi da compiere sono pochi, come ad esempio la sostituzione degli infissi o la sostituzione di piastrelle danneggiate. Gli infissi, soprattutto se in legno, costituiscono l’elemento della casa che presenta maggiori criticità in quanto, se danneggiati dal tempo e dall’usura, non svolgono appieno la loro funzione di proteggere l’ambiente domestico dal freddo o dal caldo proveniente dall’esterno, dunque in tal caso è bene optare per modelli in alluminio, più leggero e performante, oppure nella versione più elegante rivestita in legno.

La pavimentazione rappresenta la superficie più estesa della casa quindi un eventuale danno o lesione diviene immediatamente visibile. Nel momento in cui non è possibile sostituire la singola piastrella, perchè ad esempio non si trovano esemplari uguali, è consigliabile procedere al rivestimento dell’intero pavimento. Fortunatamente, grazie agli aggrappanti e alle nuove tecniche di posa, non è più necessario strappare via il vecchio rivestimento per posare il nuovo ma si può procedere direttamente al di sopra, con un consistente risparmio di denaro.

L’importanza del preventivo

La ristrutturazione, come ogni altra attività edilizia, comporta delle spese e un innegabile dispendio di energia da parte della ditta contattata per i lavori. Onde non avere sorprese e decidere circa gli interventi da compiere con la massima trasparenza, è importante richiedere e visionare un preventivo di spesa il più dettagliato possibile. Il dettaglio è utile per decidere su un’attività piuttosto che un’altra e permette anche di ottenere una visione d’insieme prima dell’inizio dei lavori, per una tranquillità di entrambe le parti in gioco.

Idee e soluzioni per ristrutturare il bagno

Ristrutturazione bagno

Con il trascorrere del tempo le esigenze cambiano ed allora bisogna adeguare gli ambienti ai nuovi bisogni o desideri. Nel caso della ristrutturazione bagno, una nuova vasca o doccia idromassaggio, l’esigenza di un locale lavanderia, di sanitari adeguati a chi ha difficoltà di movimento, tubi che perdono o semplicemente il voler creare un ambiente che rispecchi di più la propria personalità e lo stile della casa, sono delle buone ragioni per affrontare la ristrutturazione.

L’entusiasmo del “tutto nuovo” però deve confrontarsi con i dettagli pratici: pertanto è opportuno stabilire il budget di spesa da destinare all’operazione in modo da decidere coscientemente ed evitare brutte sorprese ed inconvenienti durante l’opera. Il secondo passo è quello di informarsi sulle regolamentazioni locali sulla materia che stabiliscono, ad esempio, la superficie minima dei bagni, se è consentito o no costruire il bagno senza finestra e con un impianto di aerazione, se occorre un disimpegno fra il bagno e la cucina, l’altezza minima delle piastrelle…

Preventivo ristrutturazione bagno

Ristrutturare il bagno

Preventivo ristrutturazione bagno Milano – ristrutturazionebagnomilano.net

Chiariti questi dettagli, si potrà procedere alla preventivazione dei costi di ristrutturazione bagno, non dimenticando accessori ed eventuali componenti usurati da sostituire come lampade, infissi e maniglie, e dei tempi della durata dei lavori e di attesa fra l’ordinazione e la consegna dei materiali.

Se i pavimenti debbono essere smantellati e le tubazioni sostituite è consigliabile fotografare le nuove tubature e i cavi prima che vengano di nuovo ricoperti, per eventuali interventi di manutenzione futuri. I nuovi sanitari dovrebbero avere attacchi compatibili con gli impianti preesistenti e possono essere scelti fra i nuovi modelli compatti, di scarso ingombro, sospesi, ideali quando lo spazio non è tanto.

Materiali per il rifacimento bagno

Rifacimento bagno

Lavori di ristrutturazione bagno – Ristrutturare bagno Roma

L’industria mette oggi a disposizione prodotti innovativi che rispondono ad ogni necessità. Nel caso in cui occorra creare un tramezzo sono disponibili le idro-lastre, pareti di cartongesso resistenti all’umidità. Il soffitto deve essere trattato con materiali appositi, traspiranti e lavabili, mentre piastrelle e pavimenti debbono essere lisci, antiscivolo, impermeabili e antimacchia: perfetto il gres porcellanato che con il suo spessore minimo permette la collocazione immediata sui rivestimenti esistenti e riproduce esteticamente qualsiasi materiale, dal parquet al marmo.

Altra novità dall’ottima resa estetica è rappresentata dai rasanti impermeabilizzanti che si usano come pittura sulle piastrelle. Soluzioni come porte scorrevoli, strutture attrezzate che inglobano lavatrice e accessori, contenitori belli e funzionali, consentono di conciliare funzionalità, rispetto delle misure ed eleganza in questo locale dove esigenze di igiene, comfort e design devono convivere.

Lavabi in vetro per il bagno moderno

lavabo vetro

Mobili e accessori bagno – https://arredobagnomilano.net/

Ogni giorno trascorriamo del tempo in ogni stanza della nostra casa. Sembra di no, ma questo avviene anche per bagno: nasce quindi il concetto di “vivere la stanza da bagno”. Negli anni questo locale ha abbandonato la definizione di “servizio” per avvicinarsi sempre di più ad una zona per la cura del corpo e per il proprio benessere.

Questo significa che tutti gli elementi presenti, come i lavabi e lavelli, i mobiletti, la doccia o la vasca da bagno devono seguire questa linea per mantenere l’equilibrio che si vuole andare a creare. La nuova idea di bagno si sta via via diffondendo pari passo con il design moderno dove le forme e i materiali richiamano in ogni modo l’elemento principale: l’acqua. Per quel che riguarda i lavelli sono molti i materiali per i top che possono essere utilizzati:

  • Vetro
  • Cristallo
  • Marmo
  • Granito
  • Ceramica

 

Tutti materiali molto resistenti e di assicurata longevità .Mentre per lavandini o lavabi e i relativi mobiletti si continua ad utilizzare il legno o l’acciaio inox, cercando il più possibile di mantenere la purezza e igienicità dell’ambiente. I lavabi in cristallo sono tra quelli che dispongono di maggiori colori come:

  • Verde
  • Acquamarina
  • Smerigliato
  • Blu cobalto
  • Sabbiato

 

Fino a raggiungere la complete trasparenza o dei colori più vivi come il rosso bordeaux o il rosa acceso. Il colore del lavabo va scelto anche in funzione dell’illuminazione e del gioco che si vuole conferire alle superfici. Una nuova linea di design moderni per il lavandino lo vede separato dal mobiletto, in forma di lavabi convessi appoggiano sopra al piano; è una rivisitazione dei vecchi lavabi da camera, ma con linee decisamente più attuali.

Questa tecnica ha il vantaggio di “abbassare” il piano di lavoro dal lavabo, tenendolo lontano dai rubinetti (o dal miscelatore) e dallo scarico, creando in questo modo un’area al riparo dell’acqua, dove poter appoggiare oggetti o anche asciugamani.

La pavimentazione per giardini e viali

pavimentazione giardino

 

Chi ha la fortuna di disporre di un giardino proprio a fare da contorno alla propria casa, sa che se ben gestito ed organizzato, può conferire alla casa un forte valore aggiunto, sia in termini estetici, sia parlando di valore puramente economico. Gestire al meglio un giardino non si limita solamente alla cura di piante, manto erboso e ornamenti floreali, ma soprattutto significa prevedere una pavimentazione che permetta l’accesso agevole in casa, creando un viale facilmente percorribile anche da chi magari ha qualche difficoltà a camminare, e soprattuto che mantenga il percorso ben agibile anche dopo una pioggia copiosa.

La pavimentazione deve servire anche per muoversi all’interno del giardino, per raggiungere le zone adibite a divertimento e relax come la piscina, zona sole, zona lettura, tavolino, ecc. Il pavimento da giardino, oltre ad essere di utilità per muoversi all’interno del giardino, ha anche un notevole impatto estetico, in quanto la sua lavorazione può determinare l’impressione preliminare su tutta la casa, comportandosi come un “biglietto da visita”.

I materiali e le lavorazioni maggiormente utilizzate per la realizzazione di pavimentazioni e viali nei giardini sono basate sulla pietra, con l’adozione di materiali naturali o lavorati. Pietre naturali a spacco di cava, marmo, pietre anticate o antiche, rocce naturali sono solo alcune delle possibilità di scelta, a seconda dello stile che vogliamo seguire e anche del budget a disposizione.

Ci sono poi le pietre particolari a seconda del luogo in cui vengono estratte, come le pietre di Trani, di Apricena, Leccese, la bianca di Ostuni, la rossa di Fasano. Le pietre possono essere utilizzate anche per la realizzazione di bordi per piscine (anche anti scivolo), scale di ingresso (mantenendo lo stile usato per la pavimentazione del giardino), ed eventualmente il tipo di pietra con relativa lavorazione può essere “continuata” anche all’interno della casa, per cucine in muratura, davanzali e soglie, caminetti ed altre realizzazioni in pietra.

Cucine in muratura

cucina in muratura

Arredamento cucine – https://cucineroma.net/

L’arredamento della casa rispecchia sempre la personalità delle persone che si abitano: questo concetto vale soprattutto per la scelta della zona giorno.
Chi scegli una cucina country o in muratura è fortemente attaccato ai valori e ai piaceri di un arredamento rustico, di peso, che sappia valorizzare con la sua presenza tutto l’ambiente. Questo stile è scelto da chi ama cucinare, ama la buona tavola e, all’interno della casa, è riuscito a destinare maggiori spazi a questo ambiente.

Lo stile country permette di ottenere un ambiente accogliente ed essenziale, caratterizzato dalla cura per i dettagli; il design è in continua evoluzione ed è sempre attento ai cambiamento dei gusti del mercato per riuscire sempre a soddisfare le esigenze della clientela. Il tutto si basa sulla collaborazione con abili artigiani in grado di riprodurre tutte le progettazioni e i complementi a prezzi competitivi. Alla base dell’arredamento resta sempre il gioco sui diversi materiali, dai mattoni e la roccia appunto, al legno o ad altri materiali più pregiati come il marmo o il granito.

La combinazione di questi elementi porta a soluzioni originali e di alta qualità . Tutti materiali di lunga durata che garantiscono quindi una bellezza nel tempo che continuerà anno dopo anno ad affascinare tutti gli ospiti. L’usabilità e la praticità sono garantiti dalle ricche collezioni di complementi e robot da cucina che facilitano il lavoro e lasciano più tempo ai piaceri della gastronomia.

Peculiarità delle cucine country sono per esempio le immancabili tendine per coprire la parte bassa (quella coperta dal top della cucina) o i fianconi in muratura facciavista o con lavorazioni di pietre e roccia varie; un esempio i bellissimi sassi del Piave dal caratteristico colore giallo pallido. Periodicamente i mobilifici specializzati preparano promozioni e liquidazioni e anche eccezionali e imperdibili svuota tutto dove poter trovare delle vere e proprie occasioni da non perdere. Le maggiori regioni produttrici sono:

  • Toscana
  • Veneto Emilia
  • Romagna

Arredamento di interni online: i consigli dell’architetto

architetto-online

 

Il mondo di internet offre oggi tantissimi vantaggi, tutto ciò che prima neanche si riusciva ad immaginare adesso è realtà. Progettare una casa, ristrutturarla, arredarla con l’aiuto di un esperto non è più alla portata di poche persone che hanno un cospicuo conto in banca, ma è un progetto al quale si può indirizzare chiunque grazie alla figura dell’architetto online.

Se un tempo si dovevano prendere appuntamenti, fare lunghe file, aspettarsi preventivi dalle cifre esorbitanti, valutare infinite stampe di progetti, oggi tutto questo decade, tutto è spazzato via e al suo posto troviamo un nuovo modo di fare architettura, che offre tempi più rapidi e soluzioni più veloci. L’architetto online permette di entrare nel mondo dell’interior design con un clic, basta contattarlo, chiedere l’aiuto necessario e in un attimo ogni desiderio sarà realizzato.

Si vuole iniziare una ristrutturazione? Serve un progetto per arredamento d’interni? Semplicemente consulenze per l’arredamento della casa o del luogo di lavoro? Internet offre, ormai, gli strumenti necessari per fare tutto, mettendo in contatto lo specialista con chi è in cerca di un aiuto professionale. L’architetto online si rivolege a ogni tipo di cliente, dal privato all’azienda, al proprietario di un negozio, a una agenzia immobiliare. La sua missione è occuparsi dell’arredamento di case, uffici, negozi e tutto avviene grazie alla facilità di contatto e alla velocità di risposta offerta dal web.

Immancabile è la professionalità di uno specialista in architettura, con esperienza nel settore e regolarmente iscritto all’albo professionale, che grazie al suo lavoro e ai suoi consigli ti permetterà di realizzare ogni progetto. Oltre ai tempi ridotti, anche i costi saranno resi più accessibili grazie al nuono sistema, attraverso l’eliminazione di passaggi intermedi, come sopralluoghi, telefonate, incontri in sede, elaborati stampa, valutazioni e così via.

Ognuno di noi, comodamente seduto sul suo divano o alla scrivania del proprio ufficio, potrà guardare e valutare progetti di arredamento proposti da uno specialista del settore che lavora solo per lui, ma molto più velocemente e a costi ridotti. Progettare una casa, una ristrutturazione, l’arredamento di un interno o richiedere una semplice consulenza sarà piacevole e non comporterà inutile stress dovuto ad appuntamenti in sede, soppralluoghi dell’immobile, continui spostamenti.

Tutto contribuirà a far vivere al meglio un momento della vita importante e speciale, qual è la realizzazione di un progetto per la propria casa o luogo di lavoro. L’architetto d interni online non lascerà nulla al caso, ma curerà il tuo progetto nei minimi dettagli: dall’arredamento, alle finiture, fino all’illuminazione più adatta a valorizzare l’ambiente.

Lo specialista ti aiuterà a scegliere i colori più adatti per la tua casa o luogo di lavoro, rispettando la tua personalità o le esigenze caratteristiche di un ambiente lavorativo, consigliando lo stile giusto per sentirti a tuo agio ed esprimere al meglio il tuo carattere o per attirare clienti. Allo stesso tempo l’architetto online penserà a come valorizzare la tua casa o l’ufficio sfruttando al meglio e razionalmente tutti gli spazi e creando un ambiente unico nel quale amerai vivere o lavorare.

Dunque, quali sono i servizi che offre un architetto online?

Dai consigli per scegliere uno stile d’arredamento più adatto alle proprie esigenze o abbinarne diversi, al modo di arredare il soggiorno, l’ufficio, il negozio, fino a scegliere come disporre il mobilio nella camera da letto per assicurarsi un ambiente rilassante nel quale ripossare: ecco quello che uno specialista del settore può fare per te, senza perdere tempo, risparmiando, ma garantendo, altresì, un’alta qualità del servizio.

Se vuoi una casa o un posto di lavoro che ti rispecchi, ma senza perdere tempo prezioso e dover investire cifre esorbitanti, contatta l’architetto online: lui renderà realtà ogni tuo sogno!

 

Divani moderni per salotto

divano moderno

 

Nella scelta di un divano per salotto è importante puntare sulla qualità e la robustezza dei materiali per evitare brutte sorprese con l’usura e il deterioramento portato dal tempo. Il divano infatti è uno degli elementi più utilizzati all’interno della casa e molte famiglie ci possono molte ore se non intere serate. I punti più critici sono i rivestimenti e la struttura. I rivestimenti (pelle o stoffe di vario tipo) tendono a logorarsi con il passare del tempo: le stoffe (naturali o sintetiche) si consumano, mentre le pelli (se non adeguatamente trattate) tendono ad irrigidirsi e seccarsi.

Per la struttura invece il problema è diverso ed è legato al peso che deve supportare (si pensi per esempio al peso di più persone sedute contemporaneamente). Vanno scelti materiali resistenti per costruire uno scheletro quanto più elastico possibile. La profondità minima si aggira sui 90 cm (penisola e puffo esclusa), ma normalmente è di 110 cm: queste sono le dimensioni minime di cui è necessario disporre nell’abitazione per riuscire a piazzarlo comodamente.

Attenzione sempre anche alle entrate o eventuali rampe di scale che è necessario attraversare per poter portare il divano nel proprio salotto: anche se scomponibili le singole componenti sono molto grandi e vanno maneggiate con cura per evitare che le stoffe si rovinino. La sfida tra classici o moderni è giocata soprattutto sulle forme: più curve e gonfiate le prime, più lineari e regolari le seconde.

I divani trasformabili diventano comodi letti d’emergenza a una o 2 piazze con meccanismi che estraggono la rete dalla parte inferiore del sofà ; sono comodi per camerette, mansarde o appartamenti in affitto. Il corredo divano e poltrona non è divisibile per mantenere lo stesso stile all’interno del salotto: è bene quindi utilizzare gli stessi materiali e gli stessi colori, scegliendo in caso un modello angolare per lasciar maggior spazio alla poltroncina.